PIRZIO BIROLI UN ALTRO ILLUSTRE CAMPOBASSANO…NO ANZI, DUE!!!

ALESSANDRO PIRZIO BIROLI generale regio esercito fascismo campobasso

“Il Generale Pirzio Biroli”, cartolina fotografica edita dalla Casa Editrice Ballerini & Fratini di Firenze nel 1936 da un foto servizio del L.U.C.E in Africa Orientale (Etiopia).

Campobasso, forse perché ancora ritenuta il capoluogo di una regione “non luogo”, viene spesso volutamente o meno, defalcata e cancellata anche dalle bibliografie di quei personaggi noti o illustri nella storiografia nazionale e che pur (volenti o nolenti) vi sono nati.

Uno di questi casi riguarda i campobassani Alessandro e Francesco Pirzio Biroli, generali, cugini del sottosegretario alle Colonie Alessandro Lessona (Roma 09.09.1891 – Firenze 10.11.1991), che intrapresero una lunga e prestigiosa carriera militare come il padre e lo zio paterno, Luigi Nelson, ricoprendo le più alte cariche nel Regio Esercito Italiano. Il primo dei due fratelli è stato generale d’armata per meriti di guerra nella Campagna d’Etiopia, Governatore dell’Amhara, Governatore del Montenegro fra il 1941 e il 1943, Commendatore dell’Ordine Militare d’Italia con Decreto del 26.03.1945, e  ancora oggi è una delle figure più controverse della nostra guerra coloniale in Africa Orientale e  successivamente nei Balcani. Il luogo natale di tale personaggio è sostituito spesso (ne ignoriamo il motivo) con la più nota città di Bologna. In molti siti web si confondono addirittura le sue notizie biografiche con altri membri meno noti della medesima famiglia. Abbiamo sollevato il caso e segnalato l’omissione sui maggiori motori di ricerca con la speranza di ottenere (e presto) una rettifica. Non mancano inoltre errori anche in siti ufficiali di alcuni parenti, dove in luogo della nascita trovo ancora Bologna e la data 19 giugno 1877.

Queste brevi note hanno quindi solo l’intento di rimarcare il luogo della nascita di due figure di spicco del panorama italiano del Novecento, che passarono il resto della loro vita in tutt’altri luoghi. L’attestazione, ci sia permesso, della loro “campobassanità” è data dagli atti di nascita che abbiamo potuto rintracciare e visionare. Riportiamo qui sotto, completamente trascritto, quello relativo ad Alessandro:

l’anno milleottocentosettantasette, addì venticinque di Luglio, a ore pomeridiane una e minuti trenta, nella Casa comunale, Avanti di me Frangipani Duca Francesco Sindaco ed Uffiziale dello Stato Civile del Comune di Campobasso è comparso Pirzio Biroli Carlo Alberto, di anni ventitré, impiegato domiciliato in Campobasso, il quale mi ha dichiarato che alle ore pomeridiane quattro e minuti trenta, del dì ventisei (ndr si tratta di un errore, il giorno di nascita sembra dover essere il ventitré) del corrente mese, nella casa posta in Strada Orefici, al numero – , da Rezzi Marianna quale legittima moglie gentildonna a seco lui convivente è nato un bambino di sesso maschile che egli mi presenta, e a cui da il nome di Alessandro Giuseppe Maria. A quanto sopra e a questo atto sono stti presenti quali testimoni Trotta Domenico, di anni ventotto; impiegato, e Cancellario Tommaso, di anni quarantotto; impiegato, emtrambi residenti in questo Comune. Letto il presente atto a tutti gl’intervenuti lo hanno meco sottoscritto.

Pirzio Biroli Carlo Alberto – Domenico Trotta – Tommaso Cancellario

Duca Frangipani”.

A lato, a margine del foglio, sono state successivamente annotate le seguenti informazioni: “A’ 6-7-1905 Sposato a Roma Marini Angela. C. Basso 19 luglio 1905 Cancelliere Colitto” (Comune di Campobasso, Atti di Nascita, 1879, n. 328 del 25.07.1877).

PIRZIO BIROLI Alessandro Campobasso molise

ALESSANDRO PIRZIO BIROLI (Campobasso 23.07.1877 – Roma 20.05.1962)

Nasce a Campobasso, dove il padre era impiegato nel costituendo distretto militare, in una famiglia piemontese di Nizza Marittima (oggi Nice, in Francia), dalla profonda tradizione militare. Primogenito di Carlo Alberto Pirzio Biroli, ufficiale pluridecorato degli  alpini (deceduto a Roma nel 1929), e di Marianna Rezzi di Giuseppe e Beatrice, che talvolta trovo citata anche come Anna Maria e con il cognome Rizzi (?), ha un fratello Giuseppe e le sorelle Beatrice, Maria e Matilda. Dopo il breve soggiorno nel capoluogo molisano, forse già dal 1882, ancora bambino, si trasferisce con tutta la famiglia a Roma. Intraprende giovanissimo la carriera militare e a soli 18 anni, nel 1895, è già Sottotenente  5 Reggimento Bersaglieri, XIV Battaglione, 2^ compagnia. A Roma, nel 1905 sposa Angela Marini (1899- ?) di Eugenio e Caroline Boakes, da cui ha avuto Eugenia Emilia Anna Maria (Torino, 15.05.1906 – Coyhaique, Aysen 22.02.2003); Carlo (Roma 15.06.1909 – Tirana 13.09.1943, Medaglia D’Oro al V.M.); Vittorio Emanuele (1911) e Alberta (1908-1921).

GIUSEPPE PIRZIO BIROLI (Campobasso 27.05.1879 – ?)

Anche Giuseppe nasce, sempre nel periodo del soggiorno molisano, a Campobasso, ed esattamente in “strada concerie al numero settanta”, il 27 maggio del 1879 (Comune di Campobasso, Atti di Nascita, 1879, n. 214 del 31.05.1879). Ignoriamo il nome attuale della strada, ma non nascondiamo che saremmo interessati a conoscerne il toponimo odierno. Nel registro comunale il nome completo è Giuseppe Alessandro Achille. Come il fratello maggiore, intraprende una brillante carriera militare e, divenuto capitano dei Lancieri di Novara, conosce a Treviso la nobildonna Idanna Savorgnan di Brazzà, che sposa il 27.06.1914. Da questa unione nascono Deltamo (1915 – 2006 famoso studioso e africanista), Giacomo (1920 – ?) e Marina (Roma 06.04.1922 – Losanna, 17.07.2002). Nel 1932 partecipa alle Olimpiadi di Los Angeles come capitano della squadra italiana di tiro al piattello.

Il contributo di un lettore:

Ringrazio e riporto quanto il Sig. Mario Gravina mi scrive da Campobasso il 30.03.2015: “Riguardo all’articolo sui due fratelli Pirzio Biroli posso, quasi con assoluta certezza, affermare che “Strada Concerie” a Campobasso è l’attuale Via Marconi, un tempo sede di numerose concerie e via centralissima del nostro capoluogo che, tra l’altro, termina innestandosi proprio su via Orefici, l’altra strada citata in uno degli atti di nascita lì descritti. Detta strada, prima di essere intitolata al famoso scienziato e, successivamente al toponimo “Concerie”, era stata chiamata via XX settembre, in omaggio alla risorgimentale presa di Roma del 1870. Complimenti per le notizie, molto interessanti”.

Video: Le nozze di Umberto Pirzio Biroli con Luisa Sambo di Cinecittà Luce

https://www.youtube.com/watch?v=2DXv4DA6UIM

Bibliografia minimissima:

AA.VV., Annuario Militare del Regno d’Italia, Ufficiali in servizio attivo permanente ed impiegati civili aggiornato al 31 dicembre 1909, vol. I, Enrico Voghera Tipografo Editore del Giornale Militare, Roma, 1910.

Spreti V., Enciclopedia storico-nobiliare italiana: famiglie nobili e titolate viventi riconosciute dal R. Governo d’Italia compresi: città, comunità, mense vescovili, abazie, parrocchie ed enti nobili e titolati riconosciuti, Volume 2, Forni, Bologna, 1935, p. 180.

Savino E., La nazione operante. Albo d’oro del fascismo, profili e figure, 3000 illustrazioni, Istituto geografico De Agostini, Novara, 1937, p.156.

Formiggini A. F., Chi è? Dizionario degli Italiani d’oggi, Casa Editrice Cenacolo, Roma, 1940, p.755.

Araldi V., Generali dell’Impero. I condottieri della guerra in A. O., Editrice Rispoli Anonima, Napoli, 1940, pp. 57-63.

Pirzio Biroli A., ….perchè i combattenti del montenegro sappiano!, Governatorato del Montenegro, Ufficio Militare, Cettigne, gennaio, 1942 – XX.

Del Boca A., Gli Italiani in africa Orientale. La caduta dell’Impero, Laterza, 1982, p. 116.

Scotti G., Viazzi L., Le aquile delle Montagne nere: storia dell’occupazione e della guerra italiana in Montenegro (1941-1943), Milano, Mursia, 1987, p. 75.

Conti C., L’occupazione italiana dei Balcani. Crimini di guerra e mito della “brava gente” (1940-1943), Odradek, Roma, 2008.  ISBN 978-88-96487-92-6.

Von Hassell F., I figli strappati: 1932-1945 : dall’Ambasciata di Roma ai lager nazisti, Edizioni dell’Altana, 2001.

Per saperne di più:

http://archives.eui.eu/en/isaar/359

http://www.criminidiguerra.it/ElenCrimDett.shtml

http://netlibrary.net/articles/alessandro_pirzio_biroli

http://it.wikipedia.org/wiki/Alessandro_Pirzio_Biroli

http://www.anpi.it/donne-e-uomini/carlo-pirzio-biroli/ http://www.ippocampoviserba.it/sottopagine/nelson.htm http://www.laziowiki.org/wiki/Pirzio_Biroli_Luigi_Nelson

http://www.castellodibrazza.com/casa-delle-rose/il-progetto-habitat-brazza http://www.quirinale.it/elementi/Onorificenze.aspx?pag=0&qIdOnorificenza=8 http://italianmonarchist.blogspot.it/2013/11/general-alessandro-pirzio-biroli.html

http://www.sports-reference.com/olympics/athletes/pi/alessandro-pirzio-biroli-1.html http://www.rivistadirittosportivo.coni.it/it/atleti/scheda-atleta/scheda_atleta/682.html

http://wikipedia.sapere.virgilio.it/wikipedia/wiki/Discussione:Alessandro_Pirzio_Biroli  http://ricerca.gelocal.it/messaggeroveneto/archivio/messaggeroveneto/2006/04/01/UD_05_UDE1.html

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Archivistica, Cultura, Fascismo, I Guerra Mondiale, II Guerra Mondiale, Memoriae, Molise, Regio Esercito Italiano, Sannio, Storia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a PIRZIO BIROLI UN ALTRO ILLUSTRE CAMPOBASSANO…NO ANZI, DUE!!!

  1. PAOLO GIORDANO ha detto:

    Incredibile Vannozzi!!!”
    Affascinante coinvolgente ricercatore, soprattutto amante di percorsi di studio non convenzionali che portano immancabilmente a sensazionali scoperte.
    Ma così facendo si rischia di creare interesse intorno alle vicende di una regione e di una città (Campobasso) che presumibilmente stride e cozza con gli intenti della classe dirigente.
    L’essere un “non luogo” fa estremamente comodo a chi vuole che ci siano “non cittadini”. che è bene abbiano “non legittime esigenze intellettual-intellettive”.
    E’ vero che i Pirzio Biroli furono “solo di passaggio” nel Capoluogo Molisano, ma altrove ne avrebbero fatto motivo di vanto ed orgoglio.
    Fortunatamente, prima che tutto scivolasse nell’oblio, ci ha pensato Stefano Vannozzi a porre un’ennesima indelebile pietra miliare.
    Grazie
    Paolo Giordano
    CAMPOBASSO

  2. Genaro Godoy Pirzio Biroli ha detto:

    ciao sono il nipote di la sua figlia qui a andato al Cile Eugenia Pirzio Biroli il io nome Italiano he Genaro Luciano Godoy Pirzio-Biroli io o un sacco di medaglie di Bisnonno acque un paio di fotografie

    • Hoey ha detto:

      E c’è da vantarsi ad avere un antenato del genere?! Proverei uno schifo non indifferente se sapessi di avere il sangue di un criminale!

  3. Franco Fracas ha detto:

    Gentile signor Vannozzi,
    dopo aver letto sul suo blog un articolo sul generale in oggetto, e sperando di farle cosa gradita, le scrivo per informarla che Alessandro Pirzio Biroli è stato l’oggetto della mia ponderosa (750 pp.!) tesi di laurea magistrale in storia contemporanea, discussa lo scorso novembre presso l’Università di Udine. Non si stupisca della cosa: qui, nel castello di Brazzacco (UD), viveva il fratello del generale, Giuseppe – che aveva sposato Idanna Savorgnan di Brazza’, nipote dell’esploratore del Congo Pietro -, i cui nipoti vivono ancora nel castello. La tesi tratta soprattutto dell’attività del generale Alessandro in Amhara e nel Montenegro, con un ampio capitolo sulla questione dei crimini di guerra.

    Cordiali saluti, Franco Fracas

  4. Boroevic ha detto:

    CHE SIA IL CRIMINALE DI GUERRA CHE VOLEVA 50 FUCILATI PER OGNI SOLDATO ITALIANO UCCISO ?

    • stefanovannozzi ha detto:

      Gent.mo Sig. Boroevic
      Non ho approfondito la materia che esula da i miei interessi, ma riportato notizie biografiche su questo personaggio e suo fratello, solo perchè nati entrambi in Molise a Campobasso. Ritengo comunque che sia proprio la stessa persona che cita e su cui ognuno potrà trovare notizie in merito nell’ampia pubblicistica storica che tratta anche dei crimini di guerra degli Italiani; visto quanto è già stato scritto (e quanto ancora è da scrivere)…
      La ringrazio per la puntualizzazione, già accennata nel precedente commento del Dott. Fracas. Cordialmente,
      Stefano Vannozzi.

    • Hoey ha detto:

      Si è lui!

  5. Genaro Godoy Pirzio Biroli ha detto:

    incontrato un terso Pirzio Biroli qui posso natto in campobasso “”Cesare” morto in combate 29 aprile 1915 Gars Bu Adi teniente coronello !!

  6. Hoey ha detto:

    Più che altro lo sa che sto Alessandro,il caro generale altro non era che un criminale di guerra! Se fosse stato nazista sarebbe stato impiccato come avrebbe meritato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...