I “NUOVI” PROTOCOLLI NOTARILI di Nunziante Caputo di Morra De Sanctis (AV)

CAPUTO NUNZIANTE caputi morra de sanctis protocollo notarile archivistica avellino 1634

Da Leipzig in Germania, sono in vendita pubblica su internet, corredati da moltissime e nitide immagini, cinque protocolli notarili che attraverso contratti, alienazioni, testamenti, vendite di case o terreni e doti matrimoniali, documentano la vita di un piccolo centro dell’Irpinia fra il 1621 e il 1648. Si tratta del paese di Morra De Sanctis (AV), Già Morra o Morra Irpina in Principato Ultra, i cui atti notarili, oggi lacunosi e incompleti (sono, infatti, noti solo quelli per gli anni 1624-1626 fascio 1, e 1721-1796 fasci 35), si conservano presso l’Archivio di Stato di Avellino. Pertanto i predetti documenti colmerebbero il vuoto documentale, arricchendo notevolmente la ricerca storiografica locale e le radici stesse della comunità.

MORRA DE SANCTIS 1634-1646 archivistica storia notaio Caputo Caputi

Il primo volume presenta sulla coperta in pergamena l’intestazione “Nunziante Caputo dal 1621 ad 1624”.  La pagina interna di apertura si presenta con la classica formula “Hic liber est mei Notarij Nuntiantis Caputi Terre Morre (…) iceptus sub anno Millesimo secentesimo vigesimo primo in die secunda 7bris quinte indictionis Regnante Rege n.ro Philippo (…)”, ovvero: “Questo è il (mio) libro del notaio Nunziante Caputo della terra di Morra (…) principiato nell’anno milleseicentoventuno, il giorno 2 di settembre, quinta indizione, regnante il nostro Re Filippo (…)”.

MORRA DE SANCTIS capitolo matrimoniale Scarano patti matrimoniali Camilla Ricciardo archivistica Motola

Un secondo volume copre l’arco cronologico fra il 1627 e il 1633; un terzo, quello fra il 1632 e il 1637. Oltre all’indicazione “1632 a 1637”, questo pezzo presenta due diverse tracce d’inventario; una più antica composta dai numeri progressivi ventisette e ventotto e una successiva documentata da un grosso numero tre, tracciato velocemente con una matita rossa. Con il numero sei e, in precarie condizioni, privo della copertina originaria e con una coperta in carta probabilmente ottocentesca, è invece un protocollo del notaio Nicola Giacomo Pallante: “Testamentario di notar Nicola Giacomo Pallante dal 43 a (…)”, che raccoglie testamenti dal 1643 al 1648. Con il sette è un altro protocollo del “Not.° Nunziante Caputo dal 1634, al 1646”. Inizia con la consueta invocazione a Gesù e Maria: “IHS (monogramma con croce). MARIA. Hic liber est Mei Notarij Nunciantis Caputi Terre Morre, in quo describentur omnes co(n)tractus, Testamenta, et Rogationes, de quibus co(n)tinget me fore rogatum in anno 1634 secu(n)de et 3.e indictionis, inceptus sub die quinto ianuarij anni eiusdem, regnante D(omi)no n(ost)ro REGE PHILIPPO quarto (…)”.

MORRA notaio Nunziante Caputo Caputi Morra de Sanctis archivistica Avellino

Sarebbe il caso, quindi, di non perdere l’occasione e di sperare che, quanto prima, qualche vero mecenate, un gruppo di associazioni di cittadini o un’istituzione locale, voglia prendere contatto, acquistare e riportare a casa un pezzo di storia archivistica e locale altrimenti dispersa…

Nella scheda descrittiva, tradotta in automatico e in modo molto approssimativo, il venditore ha scritto:

Raro! 5 originali Notarias libri, italiani e latini manoscritti su carta, Regno di Napoli – Italia, circa 1620-1650 AD !!!

Descrizione:

Vi offriamo una collezione di 5 originale e libri rari documenti notarili . Manoscritti italiani e latini su carta . Con alcuni segni notarili in disegno a penna e inchiostro , circa 1620-1650 con datazione . Tra circa 100 e 200 pagine al libro. Interessante collezione per gli esseri Notaio nel Regno di Napoli nella prima metà del 17 ° secolo . disponibile : Book documento I. . Hic liber est mei notarii Nunciantis Caputi Terre Mo(rrae ) , datato 1621, è iniziato durante il regno di Filippo III . della Spagna ( = Filippo II di Sicilia e di Napoli ) , che è chiamato all’inizio. Un notaio Nunziante Caputo è nella Terra di Morra (provincia nel Regno di Napoli ), nella prima metà del 17 ° secolo rilevabile) . Caratteri Notaio N.N.C.

II libro documento, datato 1627-1633 .

III . libro documento, datato 1632-1637 . Caratteri Notaio N.N.C. ( Nunziante Caputo ) .

Libro IV del documento , datato 1634-1646 , notaio Nunziante Caputo . V. testamentario

V. libro documento , notaio Giacomo Pallante segno notaio NBPB , ca 1643-1648 copertina Titolo : testamentario di Giacomo … Pallante …

Dimensioni: variare circa: 27 x 21 cm (…)”.

MORRA baronessa Vittoria di Morra testamento Nunziante Caputo archivistica avellino

Per ulteriore informazione:

http://www.maas.ccr.it/PDF/Avellino.pdf

http://morrese.altervista.org/GIUSTIZI.pdf

http://www.morreseemigrato.ch/LIBRI/Contributi.pdf

http://www.ebay.it/itm/RARO-COLLEZIONE-5-NOTARILI-LIBRI-MANOSCRITTI-REGNO-DI-NAPOLI-1620-1650-B252S-/151251681653?pt=Libri_e_mappe&hash=item23374d8175&_uhb=1

Annunci
Video | Questa voce è stata pubblicata in Araldica, Archivistica, Campania, Cartofilia, Cultura, genealogia, Memoriae, Paesaggio e Beni Culturali, PAESAGGIO E CONTESTO STORICO, Regno di Napoli, sfragistica, Storia, Toponomastica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a I “NUOVI” PROTOCOLLI NOTARILI di Nunziante Caputo di Morra De Sanctis (AV)

  1. lorenzocosc ha detto:

    Scusa la domanda, sai se è possibile che documenti del genere siano in circolazione liberamente? I protocolli notarili non sono sottoposti a qualche vincolo?
    Grazie

    • stefanovannozzi ha detto:

      Gent.mo lettore, Lei pone una più che acuta, giusta e meritevole domanda a cui posso rispondere solo a titolo di privato cittadino e, forse, sbagliando… E’ impossibile vincolare ogni archivio cartaceo (in tal modo non esisterebbe più il collezionismo) e neanche controllare ogni dispersione o peggio distruzione di carte “antiche” private o comunali, come quasi ogni giorno avviene in Italia. Io mi limito a segnalare, come in questo caso, che qualcosa forse non va e non funziona. Tenga presente che i protocolli notarili sono raccolte di atti pubblici e privati (testamenti, donazioni, patti matrimoniali, etc.) fatti da un notaio e che raccolgono preziose notizie su un preciso periodo storico e una comunità locale. Essi sono preziosissimi non tanto per l’aspetto pecuniario, ma soprattutto per quello storico-sociale. Solitamente sono conservati, dopo apposito versamento, dagli archivi notarili distrettuali negli Archivi di Stato della provincia di riferimento. Lascio, quindi, il compito che spetta proprio all’autorità pubblica di riferimento che sul sito ufficiale della Direzione Generale per gli Archivi, all’indirizzo web
      http://www.archivi.beniculturali.it/index.php/cosa-facciamo/tutela a tal proposito scrive:
      “L’attività di tutela si traduce in provvedimenti amministrativi, come la dichiarazione di interesse culturale e le operazioni concernenti le acquisizioni e le autorizzazioni, entrambi settori di particolare rilievo nella gestione degli archivi privati. Altri provvedimenti della Direzione sono: l’esercizio del diritto di prelazione e del diritto all’acquisto coattivo all’atto dell’esportazione, l’istruzione della rivendica dei beni archivistici statali, il recupero in Italia e – tramite il Segretariato Generale – all’estero dei beni archivistici statali e non statali trafugati o illegittimamente esportati”.

      • lorenzocosc ha detto:

        Si, mi riferivo appunto non agli archivi in generale ma nello specifico ai documenti notarili. Di materiale archivistico di interesse storico ce ne sarà a bizzeffe nelle case private, ma protocolli notarili … chi lo sa. Comunque auspico il loro ritorno nella zona, perché il loro valore monetario è niente rispetto al valore storico che potrebbero avere per una comunità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...