AZIONI DI GUERRA FRA L’ALTO LAZIO E L’APPENNINO UMBRO NELLA PRIMAVERA 1944

CLIMINTI ENZO resistenza schanze partigiani Umbria Lazio RSI Leonessa Monteleone di Spoleto Grossunternhemen gegen die Banden

Ancora oggi esistono molte remore e limitazioni nel ricercare e scrivere di storia moderna ed in particolare dei fatti dolorosi, umani e politici, che sconvolsero l’altopiano fra Leonessa e Monteleone di Spoleto dopo l’8 settembre del 1943 senza rischiare di scadere nel retorico o essere accusati tali. Se per Leonessa, pur tra opposte critiche qualche traccia è stata comunque scritta, per Monteleone gli anni 1943-1945 restano ancora una vera voragine buia per la storia locale, con molti episodi ancora da chiarire e su cui far luce. Su questa strada, una ricostruzione dei fatti visti esclusivamente sotto il profilo logistico e bellico-militare, e stata recentemente intrapresa da Enzo Chiminti, partigiano e generale in pensione della Guardia di Finanza già noto per diverse pubblicazioni storiche su Leonessa e il suo territorio. Fuori da ogni preconcetto politico l’autore si è avvalso non solo dei ricordi dei fatti avvenuti in prima persona, ma dello studio dei rapporti ufficiali dei comandi tedeschi conservati nell’Archivio Militare di Friburgo. Le forze in campo erano costituite da parte tedesca da battaglioni d’assalto (il gruppo di combattimento “Schanze”), abituati alla controguerriglia, supportati da reparti esploranti corazzati, artiglieria, unità di allarme, reparti della Guardia Nazionale Repubblicana e servizi di sicurezza. Dalla parte della resistenza operavano invece  squadre partigiane, in prevalenza della Brigata A. Gramsci – Umbria, costituite da operai, fiancheggiatori locali, militari alla macchia, prigionieri fuggiti dai campi di concentramento – in prevalenza slavi -, giovani renitenti alla leva. Dalla pubblicazione dei  rapporti militari a differenza di quanto esposto da altre fonti (spesso gonfiate per compensare la contropartita delle pesanti ritorsioni sulla popolazione civile) si evince che le perdite tedesche nella grande rappresaglia del 31 marzo-10 aprile 1944, che interessò Norcia, Cascia, Leonessa, Morro Reatino, Poggio Bustone e altre zone del Reatino, furono davvero minime, consistendo in due militari uccisi e 4 feriti. Mentre per quanto riguarda la rappresaglia del 12 aprile a Vasciano e dintorni, denominata “Osterei” (uovo di Pasqua) il maggiore Hermann riferisce che tra i tedeschi vi sarebbe stato un solo ferito. Il libro ha quindi il pregio di fornire molti dati ufficiali della parte delle truppe occupanti, finora dimenticate dalle fonti di area partigiana, che offrono  una migliore comprensione e ricostruzione storiografica degli avvenimenti e delle operazioni militari e di guerriglia nell’altopiano Leonessano e nella Valle del Corno, ancora in gran parte da riscoprire.

Il libro:

Enzo Climinti
IL GRUPPO DI COMBATTIMENTO “SCHANZE”
Brossura, formato 17×24, 112 pagine con molte riproduzioni di documenti ed alcune foto b/n n.t. , Settimo Sigillo, Roma 2006.

Bibliografia essenziale:

Bitti A., La guerra ai civili in Umbria (1943-1944), Editoriale Umbra, Foligno 2007.

Celso Ghini, La Resistenza in Umbria, estratto da “L’Umbria nella Resistenza”, vol.I, Editori riuniti, 1972.

Cipolloni A., La guerra in Sabina, dall’8 settembre 1943 al 12 giugno 1944, Terni 2011.

Climinti E., Leonessa 1943-1944: Hauptstützpunkt der Banden : per una più giusta valutazione del contributo dato da Leonessa alla guerra di liberazione, a cura del Comune di Leonessa, 2003.

Marcellini M.,Un odio inestinguibile. Primavera 1944: partigiani e fascisti tra Umbria e Lazio, Mursia, maggio 2008.

Marcellini M., I Giustizieri, 1944: La Brigata “Gramsci” tra Umbria e Lazio, Mursia, 2009.

Martocchia A., I partigiani jugoslavi nella Resistenza italiana,Storie e memorie di una vicenda ignorata, Odradek Edizioni, Roma 2011.

Filipponi A., Il diario di Alfredo Filipponi, comandante partigiano, a cura di Giuseppe Gubitosi, Editoriale Umbra, Perugia, 1991.

Pisanò G., Storia della guerra civile in Italia 1943-1945, ECO, Melegnano, 1999.

Per maggiore informazione:

http://www.partigianijugoslavi.it/

http://www.anpi.it/donne-e-uomini/

http://www.tuttorvieto.it/leggi.asp?idcont=4933

http://www.ilculturista.it/cultura/?tag=partigiani

http://www.storiamilitare.net/Gerardino%20lezione.pdf

http://www.terninrete.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=2154 http://www.odradek.it/Schedelibri/partigianijugoslavi.html http://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_civile_in_Italia_(1943-1945)

http://it.wikipedia.org/wiki/Brigata_Garibaldina_Antonio_Gramsci

http://www.anpi.it/media/uploads/patria/2003/6/36_39_RECENSIONI.pdf

http://www.ilgiornale.it/news/terni-2-strade-intitolate-ai-partigiani-sanguinari-dell.html http://www.ibs.it/code/9788861480063/climinti-enzo/gruppo-combattimento-laquo;sc.html

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Alta Sabina, Archivistica, Cultura, Fascismo, II Guerra Mondiale, Memoriae, Nuova Pubblicazione, Resistenza, Storia, Umbria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...