DA TORRESPACCATA A TORRE MAURA, Brevi vicende di ordinaria mutazione toponomastica

Nella città odierna è ormai invalso l’uso indiscriminato da molti decenni di far uso della toponomastica secondo le esigenze politiche, urbanistiche e gli umori del momento.

Così per fare alcuni esempi si è cambiato a furor di popolo la denominazione di Torbellamonaca vecchia (per distinguerla dalla nuova)in Grotte Celoni, Casilino 23 in Casale Garibaldi, la tenuta del Benzone (dal nome del Cardinale Francesco Maria Benzon) in Ponte di Nona, Colle Mentuccia in Colle Prenestino, Torrenova non esiste più come abitato ed è stata divisa fra Torre Angela e parte di Tor Vergata e così via…

Altri quartieri che resistono con la denominazione storica più antica sono ormai sopraffatti dalla voce comune; tipico è il caso di Piscine di Torrespaccata che a breve finirà per essere un tutt’uno con Cinecittà Est (già Torrespaccata) e Finocchio (antica osteria oggi distrutta, affittata nel ‘600 alla famiglia Finocchi, onde Osteria de’ Finocchi) che periodicamente viene ironicamente corretto sui cartelli stradali con la dicitura Pinocchio.

Ad altre zone di nuova urbanizzazione si danno invece denominazioni create a tavolino e dalla creazione etimologica più strana quali: Porta di Roma (?), Tor Vergata Nuova, Colle Fiorito, Colle del Sole, etc…

In questo rimescolio ed invenzione di nuovi toponimi che soppiantano quelli antichi (oggi quasi desueti o del tutto sconosciuti) ci rimette la storia e  l’archeologia, tant’è che sarebbe sbagliato ricercare nell’odierno quartiere di Centocelle (già parte della tenuta di Tor de’ Schiavi) il luogo del rinvenimento dei famosi rilievi della tomba degli Haterii, conservati nei Musei Vaticani e rinvenuti nel 1848 presso la Torre di S. Giovanni o di Centocelle sulla via Casilina (oggi Torre Spaccata).

La vera Centocelle, quella storica, non ha nulla a che vedere con il quartiere omonimo a Nord della Casilina, fra questa e la Prenestina, che ha nel frattempo inglobato la Borgata di Tor de Schiavi, un tempo ad essa distinta.

La Centum Cellae ovvero i resti della villa imperiale talmente vasta da essere indicata nel medioevo come le cento stanze che diede il nome, prima alla tenuta e molto tardivamente, nel 1924 all’omonima borgata, oggi quartiere, è a sud nell’area dell’ex aereoporto Francesco Baracca e confinava ad est con l’odierna via di Torre Spaccata.

Si spiega così semplicemente il perchè di un Osteria di Centocelle e della Torre omonima, fuori dai limiti dell’odierno quartiere…

Pertanto, ogni rinvenimento, specie quando ormai datato, andrebbe visto collocato e raffrontato con i toponimi moderni e dell’epoca.

TORRE  SPACCATA (Roma), la Torre di Centocelle , Tor S. Giovanni o “Torraccia” spesso confusa con la vera Torrespaccata che oggi è circondata dai palazzi del quartiere denominato Cinecittà est. Dipinto a tecnica mista di Alberto Vannozzi, 2012.

Anche il famoso mosaico dei Gladiatori , conservato nel Museo Borghese venne rinvenuto ai limiti della vasta Tenuta di Torrenova a poche centinaia di metri dal confine con la Via Tuscolana (oggi via di Passo Lombardo,incrocio Via di Vermicino) e non come da molti ritenuto a Torrenova propriamente detta.

Rimanendo digiuni di queste basi fondamentali, si rischia, come è già successo di scrivere cose falsate e collocare avvenimenti, fatti o scoperte in altro luogo diverso dall’originale…

Un ulteriore esempio è dato dall’odierno quartiere di Torre Maura che non compare con questo nome prima del 1940, ma esiste dal 1921 col nome originario di Torrespaccata.

Ancora nel 1953 gli atti ufficiali correttamente riportavano la vecchia denominazione, così come l’erigenda Parrocchia di S. Giovanni Leonardi era detta, a Torrespaccata. Solo dopo il 1957, con l’inizio della costruzione dei primi complessi dell’ INA Casa su via di Torre Spaccata avvenne il trapasso di denominazione che comunque rimase sulla carta ad indicare ancora la parte a nord della via Casilina.

A ricordo di questo, fino ancora ad un decennio fa, in via degli Albatri era conservata l’insegna della ex “condotta medica di Torrespaccata“.

L’articolo di apertura è tratto p.g.c. da Panoroma News:

http://www.panoromanews.it/archivio/Marzo2012/pdf/PANOROMAMARZO.pdf

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Agro Romano, Archeologia, Cultura, Roma, Romanistica, Storia, Toponomastica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...