TERNI – LEONESSA – CASCIA, Immagini della vecchia linea autopostale

Poco tempo fa trovandomi in viaggio con l’amico e ricercatore locale Marco Perelli sulla strada che dall’incrocio di Rivodutri – Morro Reatino mena a Leonessa si discuteva proprio dell’origine di questo vecchio tracciato, ma altrettanto storicamente moderno (della fine del XIX secolo) in rapporto al ramificato tessuto viario più antico che permetteva il collegamento in fondovalle o per valichi di montagna (le c.d. Forche o Passi di montagna) da Monteleone e la piana leonessana con il reatino ed il ternano.

Questo dibattito in auto mi ha ricordato dell’esistenza di una serie di cartoline pubblicitarie edite nei primi decenni del ‘900 per conto della fabbrica di automobili ed autocarri civili e militari della SPA (Società Piemontese Automobili) dedicate proprio alla nuova linea di corriera postale che partendo da Terni faceva tappa a Morro, Leonessa, Ruscio di Monteleone, terminando a Cascia sulla piazza prospiciente la chiesa di S. Francesco.

Nelle immagini che presento (non ho purtroppo in collezione tutta la serie completa) si vede il tratto di passaggio presso Morro Reatino ancora “fresco” di scavo, un tratto intermedio fra questa località e Leonessa e la corriera (di ritorno da Cascia) poco prima del Ponte delle Ferriere in territorio di Monteleone di Spoleto.

Le cartoline, originariamente distribuite dalla medesima società ad agenti locali (sia per questa che per altre linee), contribuirono “turisticamente”a far conoscere fuori il territorio interessato dal percorso automobilistico,e tutta quella serie di piccole e medie località toccate dalle corriere prodotte dalla SPA.

Anzi, di più, il termine di Svizzera Umbra utilizzato in queste cartoline entrò da allora maggiormente nell’uso e nella dizione comune, come simbolo di un territorio, di una regione.

Per maggiore informazione sulla SPA:

http://www.spa-militare.com/storia_p3.html

“Ogni parte del presente Blog è opera e proprietà dell’Autore medesimo (tranne il caso di fonte o immagini altrimenti indicate) pertanto è libero di utilizzo purchè non commerciale e con la richiesta di citare sempre la fonte; per ogni ulteriore informazione  è sempre gradito un contatto o una richiesta scritta”

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Alta Sabina, Cartofilia, Collezionismo, Cultura, Ingegneria stradale, Umbria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a TERNI – LEONESSA – CASCIA, Immagini della vecchia linea autopostale

  1. marco ha detto:

    Le tre cartoline sulla strada Terni-Cascia sono bellissime. Un dubbio: è sicuro che la seconda si riferisca ad un tratto tra Morro e Leonessa e non piuttosto un tratto a metà tra Ruscio e Cascia?

    • stefanovannozzi ha detto:

      Caro Marco
      è altrettanto possibile che sia anche il tratto da te proposto; il problema in questo caso è nella difficoltà del tipo di inquadratura che non lascia molto spazio al paesaggio circostante e gli interventi dell’uomo attuati sul territorio e la strada negli ultimi cento anni… è comunque una pista da studiare!!

  2. Maria Antonietta Benni Tazzi ha detto:

    Una vecchia maestra scrive:
    10 maggio 2012
    Gentile Stefano,
    Le cartoline della sua collezione hanno aperto lo scrigno dei miei ricordi. Per due anni interi, negli anni scolastici 1956/57 – 1957/58, come maestrina di montagna, ho percorso quella strada-bianca e sterrata che da Terni, via Morro-Leonessa-Ruscio portava a Cascia. Il primo anno andavo con l’autopostale, fino a Ruscio, per poi proseguire, attraversando a guado il torrente Corno, con il mulo fino a Rescia; il secondo anno guidando una Fiat 600 di seconda mano fino a Ruscio. Ero una delle prime donne con patente di guida, che veniva guardata con ammirazione e…scandalo! Era una strada aspra e difficile, ma panoramicamente stupenda. La ricordo con un po’ di nostalgia, perché fa parte della mia lontana gioventù, colma di speranze, di progetti, di valori.
    A proposito, a Ruscio di Monteleone di Spoleto ho avuto un alunno che si chiamava Stefano Vannozzi. Che sia lei? Io mi chiamo Maria Antonietta Benni in Tazzi.

    • stefanovannozzi ha detto:

      Gent.ma Signora
      La ringrazio per i complimenti, ma e soprattutto per il suo intervento che non è solo un ricordo ma un pezzo, una microstoria che insieme ad altre compone la grande Storia di questo Paese! Sono sempre lieto quando con un mio articolo (oltre che fornire dati o informazioni) riesco in qualche modo a stimolare anche le emozione o i ricordi personali dei lettori…
      Se vuole, sarebbe bello che scrivesse qualcosa al riguardo nei modi e forma che meglio crede da poter passare al giornale dell’ Associazione Pro Ruscio che ne sarà ben lieta; in tal caso posso metterla direttamente in contatto o può scrivermi privatamente alla mio indirizzo di posta info@stefanovannozzi.it .
      Riguardo all’alunno , si tratta certamente per età e luogo di nascita di un mio omonimo poichè sono nato a Roma e di Monteleone di Spoleto erano i miei bisnonni.
      Grazie!

  3. francesco peroni ha detto:

    Gentilissima Signora Maestra, a nome della Associazione Pro Ruscio siamo lieti di constare che la permanenza nel nostro piccolo paesino sia ancora viva nei suoi ricordi.

    Carissimo Stefano, ti ringrazio per la tua opera di diffusione e divulgazione della piccola storia della nostra comunita’!!

    Della Signora Benni Tazzi, anno or sono ricevemmo un articolo che pubblicammo sul nostro periodico “La Barrozza”.
    Per chi e’ interessato… ecco il link
    http://www.proruscio.it/index.php?option=com_content&task=view&id=389&Itemid=22

    Per la nostra Maestra: saremo lieti di raaccogliere altre sue memorie, preziose per la nostra piccola-grande storia: scriva a info@proruscio.it

    Francesco Peroni

  4. Maria Antonietta Benni Tazzi ha detto:

    Gentile Sig. Francesco,
    con ritardo ho letto il suo invito, perché sono stata malata, colpita dal Fuoco di Sant’Antonio che non auguro nemmeno al peggior nemico. Sono lieta di inviarle altri ricordi sulla mia vita trascorsa a Ruscio nell’anno scolastico 1957/58 ed alcune foto mediante la a-mail info@proruscio.it, sperando di saperci fare, perché sono ancora un po’ imbranata con il computer. Grazie per la stima. Approfitto per inviare un cordiale saluto a Stefano Vannozzi.
    Maria Antonietta Benni Tazzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...