GROTTE CELONI – VILLAGGIO BREDA Una Catacomba inedita

VILLAGGIO BREDA, GROTTE CELONI e VILLA VERDE - DUE TORRI. Particolare della carta archeologica dove in luogo indicato con il n. 594 abbiamo collocato anche il sito dell'ipogeo funebre. Quilici L., Collatia, Forma Italiae, Regio I, vol X, Roma 1974.

Da alcuni decenni ho raccolto ed incrociato diverse testimonianze orali di persone che sono personalmente accedute ad un piccolo ipogeo funerario o più probabilmente ad una piccola catacomba posta a poche centinaia di metri a Sud – Est del Villaggio Breda a non molto distanza dal tracciato antico della Via Labicana.

L’area inclusa in un più vasto perimetro ancora verde in cui è prevista a breve una nuova e pesante urbanizzazione, si trova su una balza collinare  fra via del Torraccio , via Erchie e via Ercole Marelli.

VILLAGGIO BREDA Grotte Celoni (Roma), Via del Torraccio. Veduta in direzione dei castelli romani dal luogo occupato da una villa romana e da una probabile catacomba. Questa è una delle aree interessate dai progetti di urbanizzazione. Dicembre 2010, Foto di Stefano Vannozzi.

VILLAGGIO BREDA Grotte Celoni (Roma), area a nord di via del Torraccio fra il Villaggio operaio e l' ex stabilimento Ernesto Breda. Dicembre 2010, foto di Stefano Vannozzi.

Pertanto vista la necessità di salvaguardare almeno un piccolo lembo di verde che può solo apportare bene alla vista ed alla collettività, in zone già ampiamente edificate e che sicuramente non necessitano di ulteriori cementificazioni, ma (e solo), di miglioramenti dei servizi, abbiamo deciso di darne pubblica notizia!

La collinetta da cui si accedeva attraverso un pozzo (o due) poi richiuso dai contadini per evitare il pericolo d’ingresso, specie ai ragazzini della vicina borgata, permetteva l’ accessso ad almeno un primo tratto di cunicolo provvisto di loculi laterali di piccola e media dimensione.

L’accesso venne colmato nei primissimi anni ’70, mentre l’area soprastante ancora oggi presenta un  ampio raggio di cocciame, indice della presenza di una struttura edilizia antica, documentata peraltro in diverse pubblicazioni e carte archeologiche.

Come dicevo, solo l’ipogeo è rimasto ignorato ed inedito fino ad oggi.

L.Quilici, Collatia, Forma Italiae, Regio I, vol X, Roma 1974.

L.Quilici, Collatia, Forma Italiae, Regio I, vol X, Roma 1974.

A nostro parere provengono da quest’area sia il sarcofago cristiano visto completo dal Coste, e poi dal Quilici e conservato alla fattoria della Selvotta , che l’iscrizione

ABUNDANTIA QU(ae vixit annos … )/ (…) MENSES VII DE(posita)/ FL. ANTONIO ET F (…) COS .

Attribuita all’area dell’ex spolettificio militare della Società Ernesto Breda.

La stessa iscrizione, datata per l’anno consolare al 382 d.C. è pubblicata (con poche varianti) nel VI volume delle Iscriptiones Christianae Vrbis Romae e inventariata come ICVR 17248.

La provenienza è indicata approssitivamente come  “Km 12 della via Casilina” in proprietà di Albino Revel .

Riguardo all’ipogeo, il P. Jean Coste sembra ne fosse comunque a conoscenza come buona parte del suo giovane  gruppo archeologico, pur non facendone diretto riferimento nel suo lavoro sul territorio.

Via Casilina all'altezza del vecchio Ponte della Catena (sul fondo il muro dell'ex fabbrica della Breda, oggi Via delle Due Torri),da rivista d'epoca, Collezione Privata di Stefano Vannozzi.

Bibliografia essenziale:

Jean Coste (in onore di), Scritti di topografia medievale. Problemi di metodo e ricerche sul Lazio, a cura di C. Carbonetti, S. Carocci, S. Passigli e M. Vendittelli, Roma 1996.

J. COSTE, Le antichità nei dintorni di Torre Gaia, Roma 1966

A. FERRUA, Iscriptiones Christianae Vrbis Romae, vol. VI, Città del Vaticano, 1975.

F. GROSSI GONDI, Il Tuscolano nell’età classica, Roma 1908.

L. QUILICI, Collatia, Forma Italiae, Regio I, vol X, Roma 1974.

Per maggiori informazioni sui Piani di zona D.11 (Grotte Celoni) e B.64 (Casale Cesaroni) previsti dal Comune di Roma:

http://www.urbanistica.comune.roma.it/zoneo-elenco/zoneo-mun-viii/zoneo-26-duetorri.html

http://blog.libero.it/fontanacandida/

http://www.comune.roma.it/PCR/resources/cms/documents/14febbraio2011prot1552.pdf

http://www.piansaccoccia.com/Portals/0/Documenti/n14%2021-02-2011.pdf

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Agro Romano, Archeologia, Cultura, Paesaggio e Beni Culturali, PAESAGGIO E CONTESTO STORICO, Romanistica, Scempi, Toponomastica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...